sabato 12 luglio 2008

Fake-blog "undicisettembre": "Noiosi "debunker"..."

Giulietto Chiesa europarlamentare e giornalista italiano ( http://it.wikipedia.org/wiki/Giulietto_Chiesa ):







Da anni impegnato in un gruppo di ricerca di cui lo scopo è la promozione di una nuova indagine sugli eventi dell’11 settembre 2001, qualche giorno fa pubblica un articolo sul quotidiano italiano “La Stampa”, su di uno dei tre inspiegabili crolli avvenuti quel giorno a New York:

“Ci sono in questa storia troppi punti interrogativi per prendere per buone le anticipazioni fornite dal possiamo dire famigerato NIST (National Institute for Standard and Technologies) in merito alla Torre N.7 del World Trade Center.”

Per “par condicio”, sulla testata giornalistica viene pubblicato un altro articolo in contrasto con quanto da Chiesa affermato:

“L’11 settembre 2001 la Tower 7 di Ground Zero crollò a causa delle fiamme e non di una demolizione controllata: al termine di un’indagine iniziata nel 2005 il «National Institute of Standards and Technology» ha redatto un rapporto che smentisce le teorie cospirative ma continua a sollevare polemiche.”

…quanto scritto nel secondo articolo de “La Stampa”, è un falso. Il NIST, ad oggi, non ha pubblicato nessun rapporto dal quale si possa evincere che la sua redazione smentisca le “teorie cospirative”(*)... al di là di ogni ragionevole dubbio.

L’attenzione di questo post è dedicata ad un fatto d’importanza sicuramente secondaria, ma comunque significativo alla comprensione dell’”use of the ridicule” come mezzo di persuasione utilizzato spavaldamente dai “debunker” contro un pubblico inconsapevole…

Tra gli articoli, de "la Stampa" vi è la possibilità di postare commenti…
Tra i commenti chiunque può inserire un’identità a suo piacimento!

…e qualcuno ha l’"ottima" idea di postarne qualcuno con lo pseudonimo: “Giulio Chiesetta”!

E’ evidente che l’intento di colui che utilizza tale pseudonimo, è sminuire la personalità e l’operato di Giulietto Chiesa di fronte al pubblico, ridicolizzandone il suo nome proprio…

Si penserebbe che questo possa essere un espediente infantile e, date le argometazioni, inutile… In realtà questo operatività utilizzata ininterrottamente dai “debunker”, procura un plagio determinante un’influenza negativa alla comprensione di un evento complesso come l’11 settembre 2001…

Basta andare su uno dei fake-blog dei “debunker” italiani, per constatare il successo dell’avvenuta presa in giro nei confronti di Chiesa:


Non contento di questa presa di mira contro Chiesa e, indirettamente, del pubblico di utenti avvicinatisi alla discussione, ho provato ad utilizzare, anch’io, lo stesso metodo di “debunking”, un po’ più esplicitamente, e trasversalmente nei confronti del tizio che postava con lo pseudonimo “Giulio Chiesetta”!


John Battista, “debunker”, è ampiamente recensito su “fakeblogdebunker” e il commento su “La Stampa” è stato appositamente postato per essere facilmente riconducibile ad una sua arroganza di esperto in “aeronautica”, qui presente:

http://debunkerfakeblog.blogspot.com/2008/04/fake-blog-undicisettembre-john-piove.html

Nel caso specifico, il tapino voleva far passare un ciclo di 34 ore di simulatore di volo per uno di 60, e attribuirglielo bell’è buono ad Hanjour…

In realtà di quelle ore di simulatore di volo, Hanjour, presunto dirottatore dell’aereo che avrebbe impattato la facciata del pentagono, ne aveva fatte 21, mentre 60 ore, si riferiva ad un “Systems Ground Training”, ossia un corso, dallo stesso portato a termine, in cui i piloti commerciali imparano a spiegare i sistemi e le funzionalità di un aereo… Attitudine nella quale, documenti alla mano, il patsy, si dimostrò un disastro totale (leggere giudizio di Peggy Chevrette al link nel post segnalato poco sopra).

Ritornando a “La Stampa”, dopo tale commento, compare la richiesta del mio “IP” da parte di “Giulio Chiesetta” all’admin…!

Come ha fatto a capire che ero sempre io a scrivere gli altri commenti non me lo spiego!!!!

Ma arriva anche la fine del suo atteggiamento puerile:

Dopo questo commento non appaiono più suoi commenti!!!

Per farsi un’idea di come I “debunker” protendano verso l’utilizzo dell’”use of the ridicule” contro i sostenitori delle “teorie alternative”, ancora una volta, basta dare uno sguardo al loro fake-blog “undicisettembre”, per rendersi conto del tipo di trattamento riservato, questa volta, a Richard Gage, Archietetto e fondatore del sito: http://www.ae911truth.org/


…ecco come viene presentato sul fake-blog dei “debunker” italiani:


http://undicisettembre.blogspot.com/2008/07/giulietto-chiesa-scrive-del-wtc7-su-la.html

Altre foto usate dai “debunker”, in scherno dei sostenitori delle “teorie alternative”, sono riportate qui:

http://debunkerfakeblog.blogspot.com/2008/04/ateismo-scetticismo-debunking-altre.html

(*) Dal sito del NIST si apprende che la data di pubblicazione della copia del rapporto per il pubblico, sul WTC7, doveva esser pubblicata in questi giorni:

7/08 Release draft reports for public comment.
8/08 Release final reports on WTC 7 Investigation.

(vedi pag. 4 schema scadenze rilascio rapporti tecnici)

http://wtc.nist.gov/media/NCSTAC_December18(Sunder).pdf


L’ultima pubblicazione del NIST, risale a Dicembre 2007:


Minutes of the NCST Advisory Committee meeting, December 18, 2007

http://wtc.nist.gov/


Ad oggi non c’è nulla che ratifichi quanto scriva Maurizio Molinari nell’articolo de "La Stampa"…


Cosa scrivono i “debunker” in merito all’articolo di Molinari?


“Per fortuna La Stampa pubblica anche un articolo che attinge agli esperti veri, a firma di Maurizio Molinari.”
(Paolo Attivissimo)

11 commenti:

Anonimo ha detto...

tanto l'hanno capito tutti che sei stato tu.

Thomas Morton ha detto...

Complimenti, hai commesso un reato (sostituzione di persona) punibile con la reclusione fino a un anno: cerca "falsa identità su Internet".
Tranquillo, non credo proprio che John possa arrivare a tanto, ma mi sembrava giusto avvertirti.

stuarthwyman ha detto...

Thomas, se apro un blog con pseudonimo Rumsfeld mi danno la sedia elettrica?!

...sarebbe più da arrestare John per plagio con tutte le siocchezze che scrive... senza correggerle.

Thomas Morton ha detto...

"Thomas, se apro un blog con pseudonimo Rumsfeld mi danno la sedia elettrica?!"

Se vuoi davvero farti passare per Rumsfeld, allo scopo di danneggiare la sua immagine, sì.

Kolza ha detto...

Caro Thomas Morton,
John, in quanto sindacalista delle Forze dell'Ordine (in quota SAP) in questo momento ha le sue belle gatte da pelare: torture alla caserma Bolzaneto, pestaggio alla scuola Diaz e tagli del Governo alla Polizia.
Dubito che abbia tempo per le quisquilie... sempre che di quisquili e si tratti :)
Saludos
Kolza

Freeman ha detto...

I blog dei Mitografi (d'ora in poi prenderò a prestito questo splendida espressione di Cabras per definire questi individui) cominciano a somigliare sempre più ad Informazione Corretta: deformano, distorcono, omettono, mentono, fino a dare un quadro della "realtà" che si conformi alla LORO visione.
Una fuga dalla realtà fatta arte.

Che siano però alla frutta, è più che evidente dai giochetti da guerra psicologica stile STASI ai quali sono costretti sempre più spesso per difendere le loro indifendibili costruzioni mentali.
Secondo "loro", non c'è praticamente NESSUNO sufficientemente preparato o titolato o "super partes" per potersi esprimere sull'11 settembre, tranne chi indicano loro; e se spunta fuori un testimone eccellente o un superesperto (vedi ultimo articolo di Cabras), scatta la "caccia alla magagna": siccome il "testimone" è autorevole e dice cose sensate, non gli si può argomentare contro, ergo non resta altro che il ricorso alla character assassination.
Qui i debunker fanno quello che gli riesce meglio: scavano nella vita privata e professionale del "demolendo", finché non trovano una qualche magagnetta anche insignificante, ma che serva all'avvelenamento del pozzo.
Al che esplodono gongolanti sui loro blog come bambini felici che esibiscono la coda della lucertola "ecco, questo qui a 21 anni è stato beccato a fumare uno spinello, secondo voi un tipo così è attendibile come "esperto" sull'11 settembre?" nooooooo, ma cheeeeee
bah

stuarthwyman ha detto...

...è anche vero che in questi processi si consegnano da soli!!

Quel tontolone di Attivissimo tra i commenti dell'articolo di Stubblebine ha voluto evidenziare quanto Randi sia più credibile...

Comunque, oltre a quanto ho aggiunto su LC dell'articolo di Cabras c'è qualcos'altro che pubblicherò qui su fakeblogdebunker...

Il connubio CICAP Anonima "debunker" è tutt'altro che celato, dietro nick insospettabili...

Kolza ha detto...

Come disse Fra' Cristoforo a Don Rodrigo "Verrà un giorno...".
Persino con tutto il buon senso possibile (ho letto per anni le riviste del CISU e del CICAP, ho letto anche libri della casa editrice Avverbi), è impossibile giustificare quanto fatto dalla Coalizione dei Deb(oli).
La caccia alla magagna, poi, mi ha fatto venire dei conati pesanti. Neanche in tribunale ci sono colleghi così puerili...

stuarthwyman ha detto...

...gente triste quella del CICAP.

Senza sarcasmo, senza ironia e senza cattiveria: la loro presenza nell'ambito dell'11 settembre 2001 è un indizio che mi suggerisce che quel giorno ci sia stato un auto-attentato contro la popolazione americana e contro l'umanità...

Loro sono i complottisti, ossia coloro che il complotto lo difendono.

dipassaggio ha detto...

"Senza sarcasmo, senza ironia e senza cattiveria: la loro presenza nell'ambito dell'11 settembre 2001 è un indizio che mi suggerisce che quel giorno ci sia stato un auto-attentato contro la popolazione americana e contro l'umanità..."

Esatto!
E non solo: anche tutte le altre questioni più o meno grosse di cui si occupano sono un chiaro segno di tentativo di offuscare certi avvenimenti/fenomeni, di minimizzarli, di darne una spiegazione fasulla..
Hai visto la sezione "test per esercitare il senso critico", sul loro sito?E' preoccupante oltre che ridicolo: in realtà con i loro articoli stanno solo mettendo le bende sugli occhi degli inesperti.

Gente triste quelli del CICAP,eh?
Oh, grazie al cielo che invece ci sono persone intelligenti che hanno capito tutto e non si lasciano raggirare.

P.s. Ah, ovviamente quello che ho scritto è da intendersi volutamente con sarcasmo, ironia e cattiveria.

stuarthwyman ha detto...

...è veramente scomodo il tuo commento!

Lo sai che ci ho riflettuto parecchio se pubblicarlo oppure no?!

Vedo che hai individuato anche qual'è il lato preoccupante della ricerca dei "debs": "test per esercitare il senso critico"!!

Caspita...!

Che eminenza!!!!!

PS

...era ironia!