lunedì 2 giugno 2008

Fake-blog "undicisettembre": "O ci fa, o ci è..."

Aggiornato 10/06/2008 ore 19:45
Abbiamo già visto in passato come i “debunker” si permettano di fornire conclusioni senza documentarsi a sufficienza sui vari argomenti trattati.

La loro strategia si basa, evidentemente, sul prendere alla lettera le affermazioni dei sostenitori delle teorie avverse, per smentirle con congetture prive di senso.

L’ultima di queste “certezze” ce la da proprio Paolo Attivissimo, giornalista (informatico), DJ, nonché rappresentante del crollo del “debunking” italiano.

Nel suo post intitolato:

“Il fumo nero come prova d'incendio a corto d'aria”

…vorrebbe dimostrare che il fumo nero non è certamente sintomo di un incendio a corto di ossigeno.

Con il chiaro fine di ridicolizzare i sostenitori delle teorie alternative, prende qualche spezzone qua e la di Chiesa, Blondet e Jones:

…per smentirli di fronte alle immagini dell’incidente avvenuto ieri a Los Angeles agli Universal Studios…


Mentre Mazzucco, probabilmente, stava prendendo il sole a Venice, il disinformatore Attivissimo, in preda a un attacco da disturbo impulsivo compulsivo, guardando il fumo nero alla televisione, pubblicava tale post, inconsapevole del fatto che il fumo nero non è dato soltanto da assenza d’ossigeno e/o ventilazione d’aria, bensì anche dal combustibile oggetto della reazione:
- Benzina
- Carbone
- Catrame
- Plastica
- Cherosene
- Olio lubrificante
Si è documentato su quale fosse il materiale oggetto d’incendio Attivissimo?!!!
Non pare… sul suo post non se ne ha traccia, di questa variabile volutamente ignorata!

L’atteggiamento, invece, insultuosamente provocatorio, dello pseudo scettico, pare voler indurre il lettore al convincimento che poichè il fumo mostrato sui video dell’incendio, con fiammeben visibili, sia nero, è quindi evidente che parimenti il fumo alle torri gemelle non potesse essere dipeso dalla mancanza di ossigeno…

Povero Attivissimo, senza argomentare, ma con una pseudo-logica, tutta sua, a lui cara, vorrebbe convincere qualcuno della bontà dei suoi spasmodici post, non comprendendo che inavvertitamente, come sempre, fa la figura del deficiente. (…ho fatto anche la rima!)

Leggetevi questo post di un sito di “destra”, intento a smontare le teorie alternative, anche se indirettamente, in questo caso, da ragione a Blondet, Chiesa e Jones, smentendo con solide argomentazioni, ben più valide delle farneticazioni del nostro DJ da strapazzo, le malsane teorie pubblicate sul fake-blog “undicisettembre”:


http://destragiovane.iobloggo.com/archive.php?eid=175


Certo, tra un "repetita iuvant" di un altro “debunker”, e la convinzione dogmatica di Attivissimo espressa con poche sillabiche parole e qualche immagine, si comincia a delineare un indizio evidente che da quelle parti, il fanatismo più becero, oramai la faccia da padrone indiscusso della scena…


22 commenti:

stuarthwyman ha detto...

Ice_roket (nick appena creato, ad oggi con due post all'attivo), scrive sul fake-blog "undicisettembre":

"Il fumo è una dispersione colloidale di un solido in un gas. La natura delle particelle disperse conferisce il colore al fumo. Nel caso specifico della combustione e del relativo fumo prodotto, il colore ci informa circa la natura delle particelle disperse e dunque del combustibile che ha partecipato alla reazione. Il colore nero indica la combustione prevalente di idrocarburi e/o polimeri. La teoria della mancanza di ossigeno è una schiocchezza, poichè in una reazione di combustione, l'ossigeno, che rappresenta il principale comburente, è strettamente necessario per il verificarsi della reazione stessa. In caso in cui l'ossigeno dovesse mancare, o dovesse essere insufficiente, non si avrebbe fumo nero, o bianco o celestino, ma semplicemente non si avrebbe combustione (caso di mancanza di ossigeno) o di una combustione parziale (caso di ossigeno insufficiente). Combustione parziale significa che parte del combustibile non partecipa alla reazione, cioè non brucia. Questa è la situazione verificatosi alle WTC 1 e 2 infatti una notevole quantità di carburante è colata in stato liquido nei piani sottostanti, non avendo bruciato per mancanza di ossigeno."

Bè, sul post ho scritto che l'argomentazione di Attivissimo (...gestuale, più che altro!) lasciava un pò a desiderare, ed ecco che spunta un nick nuovo di pacca che sopperisce a questa mancanza!

Per?!!!

Negare, guarda caso, che il fumo nero sia un'evenienza dovuta anche alla mancanza d'ossigeno!

Come?!

"In caso in cui l'ossigeno dovesse mancare, o dovesse essere insufficiente, non si avrebbe fumo nero, o bianco o celestino, ma semplicemente non si avrebbe combustione (caso di mancanza di ossigeno) o di una combustione parziale (caso di ossigeno insufficiente). Combustione parziale significa che parte del combustibile non partecipa alla reazione, cioè non brucia. Questa è la situazione verificatosi alle WTC 1 e 2 infatti una notevole quantità di carburante è colata in stato liquido nei piani sottostanti, non avendo bruciato per mancanza di ossigeno."

Ancora una volta vi si chiede d'immaginare l'impossibile!

stuarthwyman ha detto...

Ecco cosa scrive Ice_Rocket sul suo spazio:
http://icerocket.spaces.live.com/default.aspx?mkt=it-IT&partner=Live.Spaces

Adesso è chiaro il suo intervento sul fake-blog "undicisettembre" in difesa dei vaneggiamenti di Attivissimo!!!!

Ancora sull'11/9 2001
Accolgo con passione l'invito della mia piccola Giulia a fornirvi qualche ulteriore delucidazione in merito agli eventi accaduti negli USA l'11/9 2001. Vorrei sottolineare, tuttavia, che sulla rete esistono siti curati da personaggi di gran lunga più autorevoli e preparati di me, che possono fornire una completa e soddisfacente trattazione in merito. Tra di essi, cito nuovamente il sito di Paolo Attivissimo: http://www.attivissimo.net , ed il sito del gruppo Crono911 http://nuke.crono911.org/ , sul quale è disponibile anche un libro di 200 pagine in .pdf molto ben fatto.

Vorrei concentrarmi ora parlandovi del "debunking" cioò lo "sbugiardare" le teorie complottistiche. La ricerca della verità e lo studio degli eventi dell'11/9 non può e non deve concentrarsi unicamente in questo senso.

Nel mio precedente intervento ho dato ampio spazio a questa direzione poichè volevo definire da subito l'inconsistenza della teoria complottisica. Come molto probabilmente vi state domandando ora, come mai avevo così a cuore la faccenda? Ebbene ci tenevo poichè anch'io, dopo aver assistito al video "inganno globale", che tra l'altro mi fu sottoposto in una condizione particolare, stupidamente, iniziai ad appoggiare questa assurda teoria. E' stato solo grazie al mio ormai predominante senso critico che decisi di approfondire l'argomento (qualcosa, palesemente, non quadrava), scoprendo che tutto ciò che viene presentato in quell'insulso "documento" è volgarmente falso.

Sottolineo che la mia ricerca, nonostante fosse stata già condotta in modo egregio da parte di ricercatori autorevolissimi, è stato un lavoro personale, che ha avuto solo come "guida" le analisi di Attivissimo o di Crono911: ho analizzato l'immensa mole di documentazione disponibile (circa 10 Gb di materiale), accertandomi dell'autorevolezza delle fonti, ragionando indipendentemente e trovandomi, infine, in totale accordo con Attivissimo e Crono911; dopotutto, il criticismo è proprio questo, mettere in dubbio qualsiasi cosa, in linea di principio con l'affermazione di Philip Kindred Dick: "la realtà è ciò che, quando smetti di crederci, rimane". Infatti, smettendo di "credere" nelle astruse teorie del complotto e limitandosi ad una razionale, oggettiva, indipendente ed approfondita analisi, si perviene al risultato che la teoria complottistica si rivela totalmente ed indiscutibilmente errata.

Ritengo il video "inganno globale" un volgarissimo esempio di disinformazione mediatica. Personalmente dubito della buona fede degli autori in quando in più punti del filmato si osservano modifiche, omissioni e false argomentazioni che non possono essere frutto esclusivamente dell'incompetenza ma di una intenzionale distorsione dei fatti a vantaggio della propria tesi. Ritengo inoltre ignobile ed insensibilmente strumentalizzante l'idea di inserire parti delle conversazioni telefoniche effettuate dal WTC. La drammaticità di quelle telefonate non aggiunge nessun elemento alla trattazione e serve solo a fare perno sull'animo provato dello spettatore, con lo scopo di destabilizzarlo ed abbassare ulteriormente il suo livello di critica.

Probabilmente, questo genere di teorie trova appoggio nell'ignoranza, sui pregiuidizi e nelle miticizzazioni della gente: ad esempio, è diffusamente noto che il Pentagono è il luogo più protetto del mondo, che lo spazio aereo USA è il cielo più inviolabile del pianeta ed argomentazioni analoghe: ebbene non è così. E' sufficiente informarsi e dimostrare un pizzico di criticismo e senso di ricerca per "scoprire" che tutte queste notizie non sono altro che infondati luoghi comuni: il Pentagono non è affatto il luogo più protetto del mondo, si trova in città ad un passo dall'autostrada, a circa un chilometro da un aereoporto civile, è circondato da alberghi di lusso e non possiede nemmeno un muro di cinta! (provate a cercarlo con Google Earth). La sua sicurezza è così imbarazzante che proprio qualche mese prima degli attentati entrò in vigore un piano di accrescimento delle difese, che tra le cui azioni, vi era l'installazione di finestre antiscoppio. Non vi sono affatto puntate migliaia di telecamere addosso, ma circa ottanta, tra cui anche quelle posizionate sugli edifici circostanti, ed i cui video sono stati in parte già diffusi ed in parte lo saranno nel corso degli anni.

Ci tengo a sottolineare, poi, che sostenere la "tesi ufficiale" non significa affatto sostenere l'amministrazione Bush ed il suo operato, non significa appoggiare le azioni militari in Afghanistan ed Iraq e soprattutto non significa avere uno specifico credo politico. Allo stesso modo sostenere la tesi complottista non significa essere pacifisti ed avere idee di sinistra. Ho visto persone di sinistra, molto dubbiose circa la teoria complottistica, abbraciarla, sentendosi in dovere di farlo poichè convinti di realizzare un atto di fedeltà nei confronti della loro idea politica.

Infine dedico qualche riga all'argomentazione di "cecità", usata dai complottisti, e che affligerebbe i sostenitori della tesi ufficiale; questa accusa, risveglia immancabilmante un senso d'orgoglio che spinge ad avvicinarsi alla teoria complottistica, credendo in questo modo di dimostrare maturità e consapevolezza: non lasciatevi deviare da questi semplici giochi di psicologia elementare, ma siate concreti, sempre; il grande Carl Sagan diceva: "la mente dev'essere tenuta aperta, ma non tanto da far cadere il cervello fuori", accettare teorie assurde non è segno d'apertura mentale, ma di stupidità. Concludo, invitandovi nuovamente ad essere razionali, oggettivi ed indipendenti: chiedete prove, approfondite, ricercate, misurate, analizzate, studiate, solo così dimostrerete davvero di avere una mente aperta e d'essere maturi e consapevoli.

Anonimo ha detto...

Attivissimo deve solo sperare di non incontrarci in un vicolo buio di notte... LA CACCIA E' APERTA! Attento Paolo... siamo tanti e OVUNQUE... ora veniamo a prenderti.

stuarthwyman ha detto...

...secondo me non ne vale la pena!

Anonimo ha detto...

Attivissimo è solo uno dei tanti che assurge ad improvvisa notorietà solo perché è un entusiasta ripetitore della Propaganda Ufficiale.

Il suo metodo di "debunking" è completamente contraddetto dai suoi stessi metodi "antibufala". Una personalità bipolare?

Non è il caso di investire troppe energie per il debunking degli Attivissimo.

Meglio lavorare al debunking della Propaganda Ufficiale.

Documentare con precisione e pignoleria, a prova di docente universitario corrucciato e pedante.

stuarthwyman ha detto...

...il problema è che c'è qualcuno che gli da credito non sapendo che tutto ciò che Paolo Attivissimo e il suo gruppo scrivono è semplicemente la ratifica di una mezogna.

Ice_Rocket ha detto...

Mio dio ragazzi...non ho parole. Ma possibile che operate sempre e solo la tecnica di attaccare l'argomentatore anzicchè l'argomentazione?...caro, tu che tanto prendi a cuore il mio intervento, potresti spiegarmi dove esso è scientificamente errato? Te ne sarei grato, poichè io sono uno studente in ingegneria, e mi spiacerebbe profondamente essere al corrente di fatti sbagliati; (la mia non è una provocazione, davvero, ma solo una richiesta di sincero aiuto. Per qualunque evenienza, ti lascio il mio indirizzo mail: Ice_Rocket@fastwrbnet.it, magari ci scambiamo anche il numero di telefono e conversiamo a voce :) )

Ice_Rocket ha detto...

Rileggendo il mio post forse non sono stato sufficientemente chiaro, e me ne scuso.
La mancanza di ossigeno (o di qualunque comburente) compromette la reazione, nel senso che essa si interrompe. Vi suggerisco un divertente esperimento in merito :)...prendete una strisciolina di carta da cucina e poggiatela su un piano incombustibile (per ragioni di sicurezza), dopodichè datele fuoco con un accendino. La reazioni inizierà e la carta brucerà, trasformandosi e producendo fumo (in questo caso bianco). A questo punto coprite il rogo con un bicchiere di vetro (con spessori non troppo sottili, altrimenti crepa): cosa succede? la reazione di combustione durerà finchè non avrà consumato tutto l'ossigeno contenuto nell'aria intrappolata dal bicchiere, dopodichè cesserà. Se vi divertite a cambiare la quantità di carta e le dimensioni del bicchiere, scoprirete che talune volte la carta brucerà comunque tutta (caso in cui è poca o bicchiere sufficientemente grande) e casi in cui la carta smetterà di bruciare (caso di molta carta o bicchiere piccole). E' divertente ed istruttivo, provate! :)
NB: potete cambiare combustibile, e rendervi conto del cambiamento del colore del fumo. Attenzione però, se utilizzate altri combustibili, usatene poco, altrimenti il bicchiere crepa! :).
NB 2: se usate vetro borosilicato, tipo il Pyrex, l'avvertenza in nota 1 è superflua entro buoni limiti :).
Ciao a tutti

Ice_Rocket ha detto...

Che figuraccia :(, ho sbagliato a darti la mail, ecco quella corretta:
Ice_Rocket@fastwebnet.it

Ci tengo alla risposta ;-)
Ciao!!

P.S. Provato l'esperimento? :)

stuarthwyman ha detto...

"Ma possibile che operate sempre e solo la tecnica di attaccare l'argomentatore anzicchè l'argomentazione?"

...la mia è semplice diffidenza nei confronti di chi ratifica l'operato dei "debunker".

...tranquillo, replico sempre, tocca avere solo un pò di pazienza!

Ice_Rocket ha detto...

Ho capito, però pubblicando il mio intervento sul mio spaces, dai l'impressione che scoprendomi debunker automaticamente invalidi il mio post, e questo non è un ragionamento razionale, secondo me. Sto cercando di dirti che il mio scritto è solo una nota scientifica, la cui fonte primaria sono i testi universitari che uso per studio, e che è indipendente dall'11/9. Il colore del fumo ci da informazioni circa la natura del combustibile, stop. Questo è valido sempre. Ciò che da informazioni sulla qualità della della reazione, al più, è il colore della fiamma: blu quando la combustione è perfetta, rossa quando non lo è. Tutti gli incendi infatti, non sono mai combustione perfetta, ed infatti si ha sempre residuo incombusto; casi di fiamma blu, e quindi di combustione perfetta, sono ad esempio i fornelli da cucina :).

(...tranquillo, replico sempre, tocca avere solo un pò di pazienza!)
E no, aspetta. se stai cercando qualche stralcio fetente di sito web che avvalora le tue teorie...no mi sta bene, tu hai pubblicamente contrastato il mio scritto e devi essere tu, con tue parole a spiegarmi perchè, se sei capace. Se non hai tempo, ti concedo la citazione, purchè sia di un testo universitario, anche straniero: non accetto sitarelli da quattro soldi scritti da chiunque.
Nel frattempo ti do io un riferimento blibliografico sul quale istruirti:
Chimica - Mahan Bruce H. Myers Rollie J. ISBN:8840806911
Lo trovi in tutte le biblioteche di facoltà scientifiche, in quando è considerato quasi la bibbia della chimica.

Spero di aver posto adeguata fiducia in te e di non rimanere deluso dalla tua replica.

stuarthwyman ha detto...

"Sto cercando di dirti che il mio scritto è solo una nota scientifica, la cui fonte primaria sono i testi universitari che uso per studio, e che è indipendente dall'11/9."


se vedessi quanti ingegneri e scienziati si dan da fare a ratificare con ragionamenti al limite dell'assurdo e della pseudo-logica, il collasso progressivo delle torri forse non ti sentiresti costretto a farti credere dicendo che studi ingegneria ecc. ecc.



"Il colore del fumo ci da informazioni circa la natura del combustibile, stop."

...si sta parlando di mancanza di ossigeno in presenza di denso fumo nero. Il mio post esplicitamente fa una lista dei combustibili che colorano il fumo.
Ma lo hai letto il post che ho scritto prima di polemizzare sulla critica che ti ho mosso?



"se stai cercando qualche stralcio fetente di sito web che avvalora le tue teorie..."

Non devo cercare niente di ciò che già pubblicato tra i commenti travisati dai "debunker" sul fake-blog "undicisettembre"...


"...tu hai pubblicamente contrastato il mio scritto e devi essere tu, con tue parole a spiegarmi perchè, se sei capace."

Il tuo scritto lo contrasto ancora e ti torno a ripetere che il dilemma sta sull'affermazione da parte dei "debunker" che il denso fumo nero non sia anche segno di carenza d'ossigeno.


"Se non hai tempo, ti concedo la citazione, purchè sia di un testo universitario, anche straniero: non accetto sitarelli da quattro soldi scritti da chiunque."

I libri universitari non sono la Bibbia, e credo che siano più attendibili i siti dei pompieri di cui ho già postato alcuni estratti.


"Spero di aver posto adeguata fiducia in te e di non rimanere deluso dalla tua replica."

Purtroppo no! Ma la colpa non è tua...

Ciao

Ice_Rocket ha detto...

Credibile? ma che credi che mi importi qualcosa se non "mi credi"? se vuoi ti invio una scannerizzazione del libretto universitario cmq :).

Il fumo denso nero, NON E' sintomo di mancanza di ossigeno.

Documentati quanto ti pare. Per una volta voglio dare retta ai settanta anni dio mio padre (io e lui abbiamo quasi 50 anni di differenza) e quindi: io la mia nota l'ho fatta e so per certo che è corretta, altro non faccio, perchè non mi interessa.

"I libri universitari non sono la Bibbia, e credo che siano più attendibili i siti dei pompieri di cui ho già postato alcuni estratti."

Ehhhh...si, ok :)

Spero solo che tu abbia provato l'esperimento...non dirmi come va, tanto lo so già; Imparerai da solo che ciò che affermi è falso...puoi soffocare come ti pare una qualunque combustione, ma il fumo non cambierà mai colore...prova e vedrai.

Mi auguro che la foga smetta di accecarti e ti permetta una completa crescita scientifica.

Saluti.

P.S.
Giusto per...contattami in privato via mail, e ti invio sul serio le foto del libretto :)

stuarthwyman ha detto...

Ice_rocket, mi fido ciecamente del tuo libretto universitario, ti credo pienamente...


Ma i pompieri e lo stesso NIST ammettono questa conseguenza, quindi non è per cattiveria, ma è per pura e semplice diffidenza in cui tu riponi fiducia, che non ti credo, avendoti letto, gradendo, i tuoi commenti...

Si sta parlando di ciò che si vede poco prima del crollo delle torri, allorchè il problema del flashover fosse già passato da parecchio, per cui tutti i tuoi esperimenti e quelli suggeritimi dai "debunker", che conosco per aver effettuato quando ero piccolo (con qualche bruciatura;)) non servono assolutamente a nulla...

Ice_Rocket ha detto...

Senti stuart, so che non lo fai in cattiva fede, ma davvero non c'è nulla di anomalo in quel crollo. Le strutture metalliche (non solo di acciaio, ma anche di alluminio, titanio ed altri materiali metallici usati) sono molto deboli agli incendi, se non adeguatamente protette, e comunque, la protezione serve solo a mitigare gli effetti. Sembra curioso, ma una struttura metallica è più vulnerabile di una di legno, in presenza di un incendio: strano eh? :)...per i non addetti ai lavori questa cosa risulta assurda, e non ti nascondo che anche a me fece storcere il naso, quando mi fu impartito questo insegnamento. Però questa è la realtà...sai perchè? perchè ci sembra strano? perchè noi pensiamo al legno che brucia, ed è fragile, che caspita...brucia! :) però ci dimentichiamo che i metalli sono conduttori termici eccellenti e che invece il legno è un isolante termico; Succede pertanto che le sollecitazioni termiche nel legno non hanno effetti, mentre nei metalli producono effetti devastanti...vedi le travi contorte al WTC. Il legno invece brucia...e l'elemento collassa solo quando la malora prodotta dall'incendio compromette la geometria.
Comunque alla fine, penso di sapere da dove viene la storia del fumo nero.
Succede questo: ci sono alcuni oggetti composti da più materiali, stratificati [pensa alle confezioni del latte :)]...che quando bruciano, producono fumo di colore x. Verso la fine dell'incendio (fine indotta da qualsivoglia motivo) i primi materiali si sono ormai consumati...scoprendo gli altri, che producono fumo di colore y. y può essere nero, ovviamente. E' possibile che la cosa di affermare che fumo nero significhi incendio in estinzione possa venire dall'analisi scorretta di uno di questi casi di incendio...:)

Ice_Rocket ha detto...

Mi permetto poi di fare una nota di carattere generale...e vorrei sapere cosa ne pensi;

Onestamente, cercare di dimostrare che gli avvenimenti dell'11/9 siano stati organizzati dall'amministrazione USA, è tempo perso...ragazzi, non c'è nulla di anomalo, davvero :) A me personalmente fa piacere che voi vi fate domande su tutto...ma come ben vedete, di riposte ce ne sono altrettante :)...
Non parlate di pseudo-teorie e cose del genere...non lo sono affatto; leggendo le pagine di Undicisettembre o qualsivoglia sito affine, io leggo solo ciò che sapevo già dai libri o dalle parole dei miei prof. (che sono pure una palla, a volte :D) senza stupore...:). Ma questo, intendo sostenere la tesi "ufficiale", credete sia sinonimo di dire forza Bush!? :D ...ahimè, potessi avercelo a tiro quello la...ma perchè, anzicchè cercare di screditare l'amministrazione Bush in questo modo, non ci provate in un modo più maturo? Intendo dire...fare perno sulla strumentalizzazione degli attentati stessi per muovere guerra contro l'Afghanistan, ad esempio, oppure lo sfruttamento dei detenuti ad Abu Graib...queste sono verità, e qui nessuno portrà sbattervi la realtà in faccia. E poi...la logica dove sarebbe? Faccio sparire 4 voli, sacrificandone i passeggeri...però 2 li uso davvero, 2 no e li sostituisco con qualcos'altro sperando che nessuno se ne accorga...e via discorrendo...ma non ci pensate che non funziona come ragionamento? Poi ti pare...avessero organizzato tutto sto pò pò, con sacrifici di vite e di denaro (forse il secondo più a cuore a Bush) per poi non far trovare una fialetta fetente con quattro batteri dentro in Iraq?! :D ti pare...buttano giù un complesso di grattacieli, sfasciano mezza fiancata del Pentagono, etc. e non sono capaci di posizionare una, e dico una, fetente provetta con una qualsivoglia malattia al punto giusto? Avranno pure catturato Saddam...però la figuraccia esagerata l'hanno fatta...
Ecco...prova a riflettere...magari trovi più interessanti questi spunti, che trovare improbabili dimostrazioni di demolizioni indotte artificialmente...

Se continuate su questa strada, finirete come il tizio che gira sui blog (non dico quale perchè non credo di averne facoltà) che crede che gli incendi dolosi a Caronia siano armi laser segrete americane :D.

Ciao e a presto :)

stuarthwyman ha detto...

Ice_:

"E' possibile che la cosa di affermare che fumo nero significhi incendio in estinzione possa venire dall'analisi scorretta di uno di questi casi di incendio...:)"

E' strano però che ci siano sostenitori delle versioni ufficiali, pompieri e lo steeso NIST a dire cose scorrette...
Il confronto che fai tra legno e acciaio è un pò semplicistico...
E bisogna ricordarsi che le torre erano alte 400 metri.
La stessa temperatura di ammorbidimento che avrebbe causato la piegatura dell'acciao è impossibile che si sviluppi simmetricamente sui quattro lati e sconvolga tutta la struttura fino a terra... Non ci sono esempi storici, non esistono episodi simili, il NIST non ha dato spiegazioni in merito ecc. ecc.

stuarthwyman ha detto...

Ice_

"Onestamente, cercare di dimostrare che gli avvenimenti dell'11/9 siano stati organizzati dall'amministrazione USA, è tempo perso...ragazzi, non c'è nulla di anomalo, davvero :)"

Sarebbe interessante capire da che basi supponi certe conclusioni!



"A me personalmente fa piacere che voi vi fate domande su tutto...ma come ben vedete, di riposte ce ne sono altrettante :)..."

Mancano proprio quelle: le risposte, ecco perchè si stanno chiedendo nuove indagini sul 9/11...



"Non parlate di pseudo-teorie e cose del genere...non lo sono affatto; leggendo le pagine di Undicisettembre o qualsivoglia sito affine, io leggo solo ciò che sapevo già dai libri o dalle parole dei miei prof. (che sono pure una palla, a volte :D) senza stupore...:)."

Certo, le risposte del fake-blog "undicisettembre", finchè ci si ostina a ritenerle tali sono bbbuone!
Il problema nasce dal momento in cui vai a leggere sul NIST che non ci sono spiegazioni per cui sia avvenuto il collasso... A quel punto solo questo basta a farti capire la supponenza dei "debunker"...



"Ma questo, intendo sostenere la tesi "ufficiale", credete sia sinonimo di dire forza Bush!? :D"

Personalmente, no!


"...ahimè, potessi avercelo a tiro quello la...ma perchè, anzicchè cercare di screditare l'amministrazione Bush in questo modo, non ci provate in un modo più maturo?"

Non è Bush o un'amministrazione ma un sistema di cose, d'informazioni, di strategie belliche che dominano l'insieme internazionale che dev'essere resppinto con forza.



"Intendo dire...fare perno sulla strumentalizzazione degli attentati stessi per muovere guerra contro l'Afghanistan, ad esempio, oppure lo sfruttamento dei detenuti ad Abu Graib...queste sono verità, e qui nessuno portrà sbattervi la realtà in faccia."

Non è così Ice... A meno che tu non voglia credere che se non ci fosse stato il 9/11 la guerra in Afganisthan ed Iraq ci sarebbe stata ugualmente...





"E poi...la logica dove sarebbe? Faccio sparire 4 voli, sacrificandone i passeggeri...però 2 li uso davvero, 2 no e li sostituisco con qualcos'altro sperando che nessuno se ne accorga...e via discorrendo...ma non ci pensate che non funziona come ragionamento?"

Detto così, proprio no! Non funziona... Non funziona neanche che possa esistere qualcuno che odi profondamente l'occidente, possa far dirottare quattro aerei civili, dopo aver eluso la sorveglianza aeroportuale... E poi farsi venire a cercare in Afghanistan dove chi costui odia c'insedi un Governo fantoccio per un controllo dell'area geografica in questione, dove chi odi l'occidente faccia massacrare migliaia di persone in Iraq... Non è così che funziona, Ice_...



"Poi ti pare...avessero organizzato tutto sto pò pò, con sacrifici di vite e di denaro (forse il secondo più a cuore a Bush) per poi non far trovare una fialetta fetente con quattro batteri dentro in Iraq?!"

Questo come te lo spieghi?!


":D ti pare...buttano giù un complesso di grattacieli, sfasciano mezza fiancata del Pentagono, etc. e non sono capaci di posizionare una, e dico una, fetente provetta con una qualsivoglia malattia al punto giusto?"

Questa è la certezza che hai in riguardo al fatto che l'11 settembre non sia stato un inside job?!!


"Avranno pure catturato Saddam...però la figuraccia esagerata l'hanno fatta..."

Mica tanto, figuraccia! Adesso controllano anche l'Iraq! Io li chiamerei furboni...



"Ecco...prova a riflettere...magari trovi più interessanti questi spunti, che trovare improbabili dimostrazioni di demolizioni indotte artificialmente..."

Le argomentazioni suggerite son toppo superficiali e semplicistiche per come le hai esposte. Dovresti documentarti meglio e smettere di leggere il fake-blog "undicisettembre"... Hai una preparazione, a che ti serve leggere un trattato pseudo-scettico sull'11 settembre?!!
Documentati da solo, per il tuo bene...

"Se continuate su questa strada, finirete come il tizio che gira sui blog (non dico quale perchè non credo di averne facoltà) che crede che gli incendi dolosi a Caronia siano armi laser segrete americane :D."

Meglio che finire a falsificare prove per dimostrare l'impossibile... (Randi docet)


"Ciao e a presto :)"

ciao

Ice_Rocket ha detto...

Vabbè...te continua a dire che Undicisettembre è fakeblog...pseudoteorie...e cose così; Hai commesso una quantità di errori consistente
(es: La stessa temperatura di ammorbidimento che avrebbe causato la piegatura dell'acciao è impossibile che si sviluppi simmetricamente sui quattro lati e sconvolga tutta la struttura fino a terra) ma potrei scrivere fiumi di commenti, non ti convincerò mai...non che mi interessi farlo, per carità ;-).

Ognuno ha le sue opinioni, io posso solo dirti che non vi sono basi scientifiche sulle quali fondare un qualsiasi dubbio sui fatti dell'11/9, e te lo dico come appassionato di scienze e studente (non chissà quali referenze, mi rendo conto); se vuoi continuare a credere che sia stato un inside-job, fai pure...prima o poi ti renderai conto della realtà.
Con questo concludo, nel senso che non visiterò più questa pagina, e se vorrai ancora scamibare post con me, puoi contattarmi in privato ed invitarmi a venire qui.

Ti auguro buona ricerca.
Saluti

stuarthwyman ha detto...

Qualcuno parte dall'erronea credenza di poter convincere chicchessia a sposare una qualche spiegazione con pseudo-teorie e simili!
Contano i fatti! E sono dei fatti che a tutt'oggi rimangono inspiegati e senza giustificazioni da parte delle autorità governative che hanno svolto le indagini...
Ognuno traesse le conclusioni opportune in mancanza di spiegazioni appurate.

Ice_Rocket ha detto...

...che amarezza.
Dopo tanto tempo una mail me l'aspettavo; Perchè? Perchè la segnalazione di riferimento bibliografico che ho postato è sbagliata.
Ho fatto quest'errore volutamente perchè volevo vedere con i miei occhi a che livello di ricerca arrivate voi complottisti...ebbene...non uno che si sia preso la briga di aprire quel libro...complimenti...
Va bè, vi posso solo dire...riflettete...e soprattutto: Studiate! forse evitereste di sparare fesserie in libertà.
Ripeto, non visito questa pagina, ho di meglio da fare; dunque, se qualcuno ha voglia di replicare, può farlo qui:
Ice_Rocket@fastwebnet.it

stuarthwyman ha detto...

"...che amarezza.
Dopo tanto tempo una mail me l'aspettavo; Perchè? Perchè la segnalazione di riferimento bibliografico che ho postato è sbagliata."

...tanto per cambiare!

"Ho fatto quest'errore volutamente perchè volevo vedere con i miei occhi a che livello di ricerca arrivate voi complottisti...ebbene...non uno che si sia preso la briga di aprire quel libro...complimenti..."

Che tristezza... eppure se non altro, hai avuto la dimostrazione sul perchè nutra diffidenza nei confronti di chi sostiene l'indimostrabile...


"Va bè, vi posso solo dire...riflettete...e soprattutto: Studiate! forse evitereste di sparare fesserie in libertà."

Ecco il ritorno della pseudo-logica che colpisce ancora... per la sua insussitenza!

"Ripeto, non visito questa pagina, ho di meglio da fare; dunque, se qualcuno ha voglia di replicare, può farlo qui:
Ice_Rocket@fastwebnet.it"

Supponenza e presunzione...
Contenti voi "debunker"!